Ogni calciatore, regolarmente tesserato da una società affiliata alla F.I.G.C., è automaticamente assicurato con la compagnia Levante Nord Italia per eventuali infortuni di gioco. La polizza prevede una copertura per i rischi derivanti da infortuni durante l’attività sportiva e, in particolare:
a) copertura delle spese mediche inerenti a eventuali interventi chirurgici dovuti a traumi derivati dal gioco, compreso esami diagnostici preventivi e terapie riabilitative successive.
b) copertura per casi di invalidità permanente o di morte.

L’Istituto Prosperius S.p.A., struttura di diagnosi, cura e terapia, ha la possibilità, con la propria struttura organizzativa, di soddisfare tutte le esigenze di un atleta che incorre in un infortunio. Nel caso in cui un atleta infortunato non rientri fra i casi garantiti dalla copertura assicurativa, l’Istituto propone particolari trattamenti agevolati.
Per venire incontro alle esigenze della Società, del Medico Sociale e dell’Atleta, l’Istituto Prosperius S.p.A., in seguito a un trauma, propone le seguenti opportunità:
– La possibilità di effettuare, se ritenuto necessario dal medico sociale, una visita fisiatrica gratuita presso l’Istituto, in tempi brevi e previo appuntamento telefonico. (La visita può essere fissata telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00, il Sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00 al numero 055-5001465 e la Domenica pomeriggio dalle ore 17.00 alle ore 20.00 al numero 338.9987156).

Se dalla visita medica risultasse necessario richiedere esami di diagnostica strumentale (come RX Ecografia, TC, RMN o altri), dopo aver consultato il Medico Sociale, sarà cura dell’Istituto Prosperius organizzare nel più breve tempo possibile gli accertamenti necessari.

Valutati gli esami, nel caso sia necessaria una consulenza specialistica, l’Istituto propone una rosa di specialisti di primaria importanza a cui rivolgersi. L’atleta e il medico sociale, in accordo con l’Istituto Prosperius, sceglieranno lo specialista al quale rivolgersi e sarà cura dell’Istituto organizzare, prima possibile, la visita.

Assistenza ed espletamento pratiche per i rimborsi indiretti

Qualora fosse necessario procedere con un intervento chirurgico, sarà cura dell’Istituto organizzare tutto il necessario (dagli esami del sangue alla visita anestesiologica) perché questo venga eseguito in una struttura idonea e nel minor tempo possibile.

Nel caso di intervento chirurgico ci sono cinque adempimenti da svolgere per poter richiedere il rimborso delle spese sostenute.
(1° adempimento)
La comunicazione di ricovero per intervento chirurgico deve essere fatta dall’atleta o da chi ne ha la patria potestà o dalla Società Sportiva di appartenenza, chiamando il n. Verde 800.903407 o numero diretto 06 42115575 della Compagnia Assicurativa.

(2° adempimento)
Deve essere inviato il fax di apertura del sinistro alla Levante Norditalia Assicurazioni compilando il modulo predisposto dall’Assicurazione con l’indicazione del numero del sinistro, dati anagrafici del paziente, numero tessera FIGC, circostanze dell’infortunio con località, giorno, ora e nominativo e indirizzo dei testimoni, descrizione dell’infortunio, Società di appartenenza, indirizzo. Matricola della Società Sportiva, Comitato di appartenenza nonché timbro e firma del Presidente della stessa Società

(3° adempimento)
Accettazione della Casa di Cura e sottoscrizione del regolamento e della liberatoria L. 675/96.

(4° adempimento)
Pagamento delle prestazioni ricevute

(5° adempimento)
Richiesta del rimborso citando sempre il n. del sinistro, con invio, da parte del paziente, a mezzo posta, dei seguenti documenti in originale all’ufficio Liquidazioni del Centro Servizi INTER PARTNER ASSISTENZA SERVIZI S.p.A., largo A. Calandra 18 – 00187 Roma:
a) originale del fax di apertura del sinistro (già sopra indicato e inviato alla Levante Norditalia e citato come 2° adempimento
b) copia conforme all’originale della cartella clinica
c) fatture e notule professionali in originale (documenti quietanzati)
d) certificato originale di guarigione rilasciato dal medico curante (in caso di ricovero si intende il chirurgo operatore)

Il medico sociale o uno specialista di fiducia della società, nel caso in cui abbia la necessità di richiedere direttamente accertamenti diagnostici e cure riabilitative, oppure di predisporre un ricovero, può rivolgersi personalmente alle 3 strutture, attivando contemporaneamente la procedura per l’eventuale apertura del sinistro con la compagnia assicurativa.